it | en | de | ja

2016 a La Maliosa

Cari Amici de La Maliosa,
eccoci arrivati per la conclusione di un anno intenso che ci ha riportato molte soddisfazioni e riconoscimenti.

Continua a leggere…

fine post

Carpaccio esotico per la cena della vigilia

Lo scorso anno abbiamo realizzato con il nostro miele millefiori un classico e golosissimo panpepato da sgranocchiare durante le feste. Due anni fa vi abbiamo presentato un piatto del nostro menù di capodanno e questa volta vogliamo che il protagonista del cenone della vigilia sia il prezioso oro verde di Maremma che ogni anno produciamo con cura. Salutare, genuino e autentico ci ha permesso di creare un antipasto veramente sfizioso, dal sapore un po’ esotico che dovete assolutamente provare. Mazzancolle, avocado, mango e una generosa presa di olio biologico spremuto in Maremma! Continua a leggere…

fine post

L’annata 2016 alla Maliosa

Nel 2016 il CLIMA, pur con un andamento caldo e secco per certi versi “tipico, ha presentato per noi alcune sfide e spunti di riflessione per la gestione futura, concludendo un triennio in cui ogni annata vitivinicola ha presentato peculiarità dalle quali abbiamo tratto conferme e insegnamenti. Continua a leggere…

fine post

Crostata con uva e crema frangipane

Il colore della frolla cotta è come quello dello foglie d’autunno. Le mandorle si sposano sempre alla perfezione con tutto e l’uva è di stagione.

In Fattoria abbiamo appena terminato la raccolta dell’uva che anche quest’anno è stata abbondante. Ancora una volta protagonista indiscusso il procanico con i suoi bellissimi grappoli sanissimi e variopinti.

In attesa del vino nuovo vi lasciamo con un’idea per la colazione o la merenda che può piacere a tutti. Continua a leggere…

fine post

2015, un’ottima annata per l’Olio Evo

I preziosi frutti degli uliveti nuovi e storici della Fattoria per dar vita ad un vero e proprio “oro verde” di Maremma. Due gli oli prodotti quest’anno, figli del territorio e di quelle cultivar autoctone capaci di renderli così tipicamente toscani. La loro produzione, secondi i dettami dell’agricoltura biologica, biodinamica e sostenibile, è una sfida per garantire al consumatore gusto, elevata qualità e salubrità quest’ultima confermata dall’elevata presenza di polifenoli e antiossidanti e di una bassissima acidità. Continua a leggere…

fine post

VINO AUTENTICO: DAL CAMPO ALLA CANTINA LAVORIAMO COSì

Il nostro pensiero sul vino

Pensiamo che Il vino, nel possibile, debba corrispondere al massimo alla caratteristica della varietà dalla quale deriva in un ambiente ben definito. Vino curato artigianalmente e “autentico” è l’obiettivo che perseguiamo, senza interventi esterni di additivi di nessun tipo; abbiamo consapevolezza che tale obiettivo non si possa raggiungere in ogni territorio, con ogni vitigno e in tutte le annate.
Ma come lavoriamo, praticamente?

Il lavoro agricolo

Continua a leggere…

fine post

L’apiario in primavera

All’inizio della primavera il lavoro per la gestione dell’apiario si fa delicato e intenso. È il tempo delle grandi speranze e ci sono operazioni da compiere per evitare la sciamatura con la relativa perdita di produzione e il dispendio di tempo. L’inverno è stato mite in Maremma e non è stato raro trovare rigogliose fioriture già a febbraio nei prati e nei frutteti che hanno permesso alle api di tornare con le cestelle piene di polline (condizione favorevole per l’espansione della covata).
In primavera le famiglie sono all’apice dello sviluppo e il controllo deve essere effettuato settimanalmente o al massimo ogni dieci giorni per accertarsi che ciascuna famiglia abbia spazio a sufficienza. La regina deve deporre in modo regolare con una covata compatta o con pochissime celle non opercolate.
Continua a leggere…

fine post

Risotto con carciofi e zafferano della Val d’Orcia mantecato con Olio Evo

Pasqua in famiglia all’insegna della buona cucina? Noi vi suggeriamo di provare questo gustosissimo risotto fatto con pochi ingredienti tutti di qualità. Continua a leggere…

fine post

Fattoria la Maliosa e Terme di Saturnia celebrano la prima Festa delle Donne del Vino di Toscana

Il 05 marzo si festeggia per la prima volta in Toscana la Festa delle Donne del Vino. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Donne del Vino che conta 650 iscritte tra cui Antonella Manuli proprietaria della Fattoria La Maliosa, è unica nel suo genere volta a celebrare le figure femminili che operano all’interno della filiera vitivinicola. “Un appuntamento che mancava e che abbiamo deciso di far nascere proprio in Toscana, patria del vino al femminile – secondo la delegata toscana delle Donne del Vino, Antonella D’Isanto – con l’obiettivo di inaugurare un percorso che renda la donna sempre più protagonista anche nella scelta e nell’abbinamento di questo prodotto, fino a oggi ancora troppo declinato al maschile”. Continua a leggere…

fine post

Fagottini di cenci

Alzi la mano chi non ama le tradizionali chiacchiere di carnevale. Fragranti e non troppo dolci mettono d’accordo veramente tutti. In Toscana li chiamiamo cenci, la loro frittura tiene impegnate massaie da Livorno a Grosseto e noi abbiamo provato a riempirle con tanta frutta secca e il dolcissimo miele millefiori prodotto dalle nostre api in azienda. Provatele e fateci sapere se vi sono piaciute…

Continua a leggere…

fine post
  • eBOOKs

certificazioni
Premi