Le ricette di Vito: i cenci di Carnevale - Fattoria La Maliosa
it | en | ja
it | en | ja
La nostra brochure ISSUU
NEWSLETTER
Pinterest

Le ricette di Vito: i cenci di Carnevale

Maremma - Ricette - Vita in fattoria

Inauguriamo una nuova rubrica insieme al pastry chef Vito Naccari. Iniziamo con una tipica ricetta di Carnevale del nostro territorio: i cenci.

CENCI DI CARNEVALE TOSCANI 

Ingredienti:  

Farina di Frumento tenero Bio g. 300

Zucchero semolato g. 80

Olio Extra Vergine di oliva Bio La Maliosa Aurinia g. 50

Uovo n. 1

Aceto di vino rosso g. 10

Vino La Maliosa Saturnalia bianco g. 10

Acqua g. 20

Cacao amaro g. 5

Bacello di Vaniglia n. 1

Buccia di n. 1 arancia bio grattugiata

Per finire la ricetta, occorrono Miele La Maliosa  e cannella in polvere

Procedimento:

In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi, farina, zucchero e cacao amaro. Aggiungere l’uovo, il vino bianco, l’aceto, i semi della vaniglia, e la buccia grattugiata dell’arancia. A questo punto iniziare a impastare inizialmente con l’aiuto di una forchetta. Successivamente versare il tutto su una piano di lavoro leggermente cosparso di farina, e continuare a impastare a mano.

Si deve ottenere un impasto sodo ma elastico, avvolgerlo nella pellicola, farlo riposare in frigorifero per 30 minuti. Riprendere l’impasto, tagliare in pezzi e passare tra i rulli della macchinetta per la pasta, fino a ottenere una striscia sottile, tipo lasagna. Con una rotella tagliapasta realizzare più rettangoli, formando così i cenci.

Nel frattempo portare a bollore abbondante olio, quando sarà intorno ai 170 gradi, versare i cenci nell’olio caldo e friggere. Preparare un vassoio con  carta assorbente, quando saranno dorati e verranno a galla,  avvalendosi di una paletta bucherellata, scolare i cenci sulla carta. In un pentolino scaldare il miele finché non si scioglie. Cospargere i cenci con il miele e la cannella in polvere.

Vito Naccari

Chi è Vito Naccari

Inizia giovanissimo la sua formazione nei laboratori di Pasticcera di Palermo, poi negli alberghi di Cefalù, da lì passa a lavorare nel settore alberghiero, in catene di alberghi di lusso in giro per l’Europa, poi l’amore e la passione per la cucina, lo riportano in grandi strutture  alberghiere in Italia. Ricopre per molti anni, il ruolo di Executive Pastry Chef presso le Terme di Saturnia. Propone una cucina mediterranea che riscopre e valorizza gli ingredienti del territorio, anche grazie a un’attenta selezione dei produttori e degli agricoltori con cui lavora. Fa parte di Discepoli di Escoffier Sicilia, Chef Eurotoques Europa e Federazione italiana Cuochi, per la quale è stato Consigliere a Palermo e Vicepresidente a Milano e provincia.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condividi