Una visita in Fattoria

“Volevamo fare agricoltura in un contesto bello”. Con queste parole Antonella Manuli, proprietaria della Fattoria La Maliosa, ha iniziato a raccontare la sua azienda, un’azienda nata su terreni che nove anni fa l’avevano ammaliata(da qui il nome Maliosa), a coloro che sono venuti a visitarla per la prima volta in un ventilato giovedì dello scorso mese di giugno.

Piano di Indirizzo Territoriale della regione Toscana

UNA VISITA IN FATTORIA

Capita spesso di avere visite in Fattoria e ogni volta ci piace mostrare orgogliosi i nostri traguardi ed enunciare le nostre difficoltà, le difficoltà di chi, come noi, non produce tanto vino per poi svenderlo, ma ama produrre delle preziosità delle quali ci si innamora facilmente. Amiamo far calpestare a tutti quel suolo difficile da coltivare dal quale con dedizione, tecnica, sapienza, tenacia e in nome della sostenibilità nascono i nostri prodotti(vino, olio evo e miele millefiori).
La nostra è un’azienda in espansione che sta assumendo sempre maggiore responsabilità nei confronti del consumatore finale.
Nel raccontare ai nostri ospiti come nasce ogni singola bottiglia dei nostri preziosi vini naturali, illustriamo loro che la cosa più delicata o se vogliamo più ardua nel processo produttivo è portare a casa un’uva buona.

E abbiamo spiegato loro quanto sia fondamentale la scelta dei terreni sui quali far sorgere i nuovi impianti di vigneto.

UNA VISITA IN FATTORIA

Li abbiamo fatti salire in alto fin sopra il Monte Cavallo, li abbiamo fatti camminare e infine abbiamo raggiunto il Podere Santa Francesca dove ad attenderli c’erano i prodotti genuini che questo suolo maremmano ci regala e che ricordano un po’ quelli che i nonni producevano grazie ai loro saperi di contadini di una volta.

UNA VISITA IN FATTORIA

UNA VISITA IN FATTORIA

UNA VISITA IN FATTORIA

UNA VISITA IN FATTORIA

UNA VISITA IN FATTORIA

UNA VISITA IN FATTORIA

UNA VISITA IN FATTORIA

Sara Milletti
(Foto Sara Milletti)

Lascia un commento

  • eBOOKs

certificazioni
Premi